Ciao Visitatore,
per poter partecipare attivamente alle discussioni e per poter contribuire ed usufruire di tutti i servizi offerti è necessaria la registrazione:

Clicca per Registrarti

La registrazione e semplice e gratuita.

Buona navigazione


    • Battuta record, ucciso un cinghiale di 160 chili



      ROCCASTRADA. In una sola giornata – sabato - sono caduti, nella zona delle Pescine, due irsuti di 160 e 140 chili.

      Due bestioni di dimensioni davvero ragguardevoli. Già avvistati durante le prime battute di questa stagione venatoria, Piedone e Golia (così erano stati ribattezzati i due verri), sono stati uccisi sabato dal civitellino Andrea Vegni e dal rocchigiano Maurizio Ricci, rispettivamente canaio e “posta” del sodalizio n° 99, cioè la vecchia squadra di Roccastrada. «Vegni – raccontano i compagni – è riuscito a fermare la corsa di Piedone dopo tre fucilate, quando ormai l’animale, inseguito dai cani, gli era arrivato molto vicino».Insomma due battute straordinarie per la formazione guidata da Flavio Boncelli, quelle di sabato 7 e domenica 8 novembre. Prima il record con i due giganti del bosco abbattuti al termine di cacciate emozionanti, poi ieri otto trofei sempre nella zona delle Pescine, con Andrea Verucci che è riuscito a sparare e ammazzare ben cinque cinghiali. Capocannoniere di giornata in tutta la Maremma. La vecchia squadra di Roccastrada balza così a quota tredici capi dopo quattro giornate di caccia. Altrove ci sono numeri migliori, è vero, ma non tutti possono vantare prede come Piedone e Golia. I norcini della squadra, nel fine settimana, hanno lavorato a lungo per sistemare la carne e sporzionare. Una pioggia di fotografie sono state scattate dai cacciatori più giovani per immortalare le prede, ma anche chi ha una certa esperienza è rimasto sbalordito dai due pesi massimi. In zona ci sarebbero anche altri cinghiali di queste dimensioni. Per il momento i 160 chili di Piedone sono il record da battere…

      Fonte: http://iltirreno.gelocal.it
      Commenti 1 Commento
      1. L'avatar di ludwig
        ludwig -
        Il cinghiale è una delle prede che ancora manca nel mio carniere